Lieviti per alimentazione bovini

I lieviti sono funghi unicellulari in grado di promuovere efficacemente le fermentazioni ruminali e di apportare numerose sostanze nutritive. L’uomo da migliaia di anni utilizza questi microrganismi per ottenere la lievitazione del pane e per fermentare le bevande alcoliche. Solo in tempi relativamente recenti, però, le specie di lieviti responsabili di questi processi sono stati separati in colture pure e studiati per un uso più controllato e consapevole. Il Saccharomyces cerevisiae ha trovato largo impiego anche nel settore mangimistico dove viene utilizzato come additivo nelle diete di diversi animali di interesse zootecnico.

Alle vacche da latte possono essere somministrati 200, 250 grammi, di lievito di birra al giorno: il beneficio di questa somministrazione si manifesta con un migliore livello di salute, maggiore resistenza alle malattie e aumento della fertilità.

Se cerchi un’azienda che si occupi della rivendita di prodotti per l’alimentazione di bovini, rivolgiti a noi. Applichiamo prezzi competitivi su prodotti di alta qualità. Siti a Guastalla, operiamo tra Verona, Brescia, Cremona e province limitrofe.

Lieviti-per-bovini-cremona-guastalla
Vacche-da-latte-cremona
Prezzi-lieviti-per-bovini-guastalla
Prodotti-per-alimentazione

Saccharomyces Cerevisiae

Nei ruminanti il lievito utilizzato normalmente è il Saccharomyces Cerevisiae, sia vivo che spento, o meglio, vengono utilizzate le culture disidratate dove è cresciuto e dove il lievito viene inattivato. Pertanto, in commercio, sono disponibili lieviti vivi, ovvero in grado di riprodursi nel rumine, oppure colture di lievito. Queste ultime hanno una concentrazione proteica solitamente > 40% e apportano acidi nucleici, enzimi, lipidi, grandi quantità di vitamine del gruppo B come la B1, la B2, la B6, la PP e l’acido pantotenico.

Il Saccharomyces Cerevisiae e il suo terreno di coltura hanno effetto sul rumine dell’animale adulto aumentando il tasso di crescita della biomassa microbica, soprattutto di quella che utilizza le fibre. Il lievito esercita questa attività favorendo la crescita dei batteri che utilizzano l’acido lattico, come il Selenomonas Ruminantium e la Megasphera Elsdenii. Questo effetto protegge il rumine dall’acidosi ruminale creando un ambiente ruminale favorevole alla crescita dei batteri cellulosolitici, ossia che degradano le cellulose. Oltre a questa azione “simil bicarbonato di sodio”, le numerose molecole apportate dai lieviti favoriscono il tasso di crescita dei batteri ruminali portando ad una maggiore produzione di proteina metabolizzabile di origine ruminale e quindi ad un maggiore afflusso di amminoacidi all’intestino.

Prodotti-per-bovini-guastalla
Lieviti-per-allevamenti-cremona
Tasso-di-crescita-biomassa-microbica

Prove sperimentali

In alcuni esperimenti si osserva un aumento della proteina del latte. Un miglioramento dell’efficienza e della quantità di batteri che fermentano la fibra ha un sicuro effetto nella riduzione dell’ammonica del rumine e quindi dell’urea del latte, anche se questo risultato non si evidenzia in tutti gli esperimenti. Il miglioramento della digeribilità della fibra della razione si traduce in un incremento degli acidi grassi prodotti dalle fermentazioni ruminali.

In alcune prove è stato riscontrato un aumento di acido propionico, che però deriva dalla fermentazione degli amidi, e in altre dell’acido acetico, che deriva dalle fermentazioni delle fibre. Uno degli effetti presenti nei numerosi esperimenti fatti è un sicuro aumento della produzione del latte dovuto all’aumento d’ingestione come effetto secondario della migliore digeribilità della razione.

Contattaci per richiedere la fornitura dei nostri prodotti. Siti a Guastalla, operiamo tra Verona, Brescia, Cremona e province limitrofe.

Rivendita-lieviti-per-alimentazione-cremona
Alimentazione-vacche-guastalla
Incremento-di-acidi-grassi